Tai shu – Grande caldo – da 22/7 a 6/8 2016

In estate, la maggior parte dei lavori è ferma, o si limita al taglio dell’erba, all’irrigazione e al controllo delle infestanti. Nulla di particolarmente divertente da raccontare. Così in questo post vi parlo di un libro che ho appena letto. In effetti, estate e inverno sono i momenti migliori per leggere, e per raccogliere idee…

Hsiao shu – Piccolo caldo – da 7/7 a 21/7 2016

Nell’ultimo post, relativo al calendario dei lavori del mese di Luglio, ho citato la divisione delle iris, e precisamente le iris rizomatose. Qui voglio darvi qualche indicazione di accostamenti e combinazioni, in aiuola ma anche in vaso, in modo da poterle mettere subito a dimora. Naturalmente, nelle combinazioni le altre piante avranno tempi di impianto…

Calendario lavori Luglio

Eccoci arrivati, forse, davvero in estate, anche se in questa zona praticamente ogni due o tre giorni c’è un acquazzone. Io non mi lamento: di solito fa un bello scroscio alla sera, che abbassa la temperatura e bagna ben bene la terra; e finora non vedo effetti collaterali negativi, in particolare mal  bianco e altre…

Luglio biodinamico 2014

  Forse è arrivata l’estate. Oggi (30 giugno) è stata una giornata spettacolare: sole, caldo ma non troppo, cielo limpido e un leggero venticello. Spero che duri perché io odio il caldo afoso. Ecco il calendario di Luglio, anche se i lavori in questa stagione sono pochi.   Luglio biodinamico 2014   Quello che mi…

Luglio 2013 – calendario

Scusate il ritardo… In aggiunta a quanto indicato, l’unica attivita’ degna di nota (a parte bagnare e pacciamare) è la divisione degli iris rizomatosi. Sono ottimi sia i giorni di  fiori che quelli di radice del periodo di piantagione/semina. Divisi in questo periodo e ripiantati subito a dimora oppure in un vaso basso e largo…

Hsia chih e Hsiao shu, Solstizio d’estate e Piccolo Caldo (21/6/2012-21/7/2012).

    Raggruppo questi due periodi perchè, almeno negli anni normali, sono caratterizzati dallo stesso tipo di tempo: caldo e asciutto, causato dall’Anticiclone delle Azzorre che si stabilisce sul Mediterraneo. Quest’anno invece sta succedendo qualcosa di diverso: una serie di anticicloni africani sale dal Sahara raccogliendo sul loro percorso l’umidità del Mediterraneo, le cui acque…